Vigneti e territorio

Il Podere si estende su una superficie di circa 15 ettari. Coltivati a vigneto, principalmente, ed oliveto. E' circondato infine da un piccolo frutteto, un orto e qualche seminativo, testimoni della dedizione agricola famigliare.

Il cuore della produzione è storicamente a Vergiano. Sono però diversi gli appezzamenti che si snodano verso via Santa Cristina, fino a raggiungere Covignano e San Fortunato. Su questi colli meravigliosi, costellati di ville antiche, guardando il mare, crescono rigogliose le nostre vigne. Il terreno è striato e disomogeneo, com’è tipico in collina.
 
 
 

Vergiano

Qui l’eleganza fornita alle uve risiede in un sottile equilibrio tra calcare ed argilla. Questi due elementi presi singolarmente, non bastano a definire un suolo di qualità. Mentre insieme danno qualcosa di unico, quando le radici si spingono al di sotto della superficie. La vite ha a disposizione tutti gli elementi per dare un vino di grande struttura, necessita solo che gli sia dato il giusto tempo, per esprimersi con finezza. La vicinanza al mare Adriatico è notevole e le colline sono piuttosto dolci.
 

Covignano

Spostandosi verso sud-est sorge imponente, ancora più verso la costa, il colle di Covignano (153m). Con i suoi santuari e i magnifici punti panoramici, da cui si vede tutta la riviera romagnola. Qui il terreno perde gradualmente la sua generosità e aumenta lo scheletro. In particolare, si fa viva la presenza di una ben nota roccia sedimentaria tipica del luogo: il tufo. Essendo facilmente sgretolabile, fornisce ai vigneti un’inesauribile fonte di sostanza minerale. Su queste colline, come segni indelebili della loro storia, crescono numerosi ulivi secolari. Narrano di come, in questi luoghi, l’uomo e la natura convivono in armonia sin da tempi antichi.


 

Colli di Rimini

La coltivazione della vite in questa zona era già diffusa al tempo dei romani. Fondatori della città di Rimini nel III secolo a.C. Pare invece che i primi a dedicarsi all'attività viticola siano stati gli etruschi nel VII sec. a.C. sul vicino colle di Verucchio.

Fa da padrone nelle produzioni del luogo il Sangiovese che, insieme alla Rebola, esprime la vera essenza di questa terra. Tuttavia sono numerosi i vitigni che si adattano a questo clima, e che forniscono un’espressione rimarchevole di un territorio, forse ancora poco conosciuto.


 

Luoghi storici e naturalistici di Covignano, Spadarolo e Vergiano

 

 
 

“La vite ed il vino amano il respiro del mare”

Giacomo Tachis